Street Power Football – Recensione

Da diversi anni sembrava diventato impossibile vedere un titolo calcistico al di fuori dei soliti FIFA e Pro Evolution Soccer, eppure non è sempre stato così, basti dare un’occhiata al passato ed ai tanti tioli che sbucavano come funghi a cavallo tra gli anni ’90 e la prima decade degli anni 2000. E chi ha detto This is Football, Ronaldo V Football, FIFA Street e finanche il mediocre Pure Football ha buona memoria.
Ma qualcosa sembra essersi mosso e, paradossalmente, lo dobbiamo proprio ad uno dei due colossi che ha monopolizzato il mercato, ovvero quel FIFA 20 di Electronic Arts che con la modalità Volta ha dato nuova linfa vitale ad un modo diverso di intendere il calcio, dando una spallata alla simulazione e strizzando l’occhio a quell’anima arcade che il calcio virtuale sembrava aver perso.
Volta ha rinverdito i fasti di quel FIFA Street ormai sparito da anni dalle scene, e ha saputo rimettere in luce la possibilità che il calcio virtuale possa essere anche lontano dalla simulazione vera e propria.
Ed eccoci quindi arrivati ad un 2020 che vede ben due titoli calcistici che provano a dare nuove chiavi di lettura allo sport più amato al mondo.
Il primo è Captain Tsubasa: Rise of New Champions, di cui non disquisiremo in questa seda ma in una futura review, e poi Street Power Football, di cui invece parleremo approfonditamente nelle prossime righe.

Street Power Football | Launch Trailer | PS4

Throw it down and bring your best – street style soccer is here! Sick style and high-energy action come together in this completely over-the-top soccer exper…

In giro per il mondo

L’opera di Gamajun Games e SFL Interactive prova a riprodurre quello che era il feeling dello storico FIFA Street 3, catapultandoci su campi improvvisati in giro per il mondo.
Ma, a differenza del titolo di EA Big, questo Street Power Football non si limita a delle semplici partite su strada, ma prova ad introdurre anche altre modalità di gioco, ben lontane dal concept delle partite in cui chi segna più goal vince.
Quattro, infatti, sono le modalità di gioco:

  1. La prima è ovviamente lo Street Power Match, che altro non è che la classica partita, che potrà essere sia 2 contro 2 che 3 contro 3.
    Lo scopo è quello di raggiungere per primi i 5 goal, o comunque di restare in testa allo scadere del tempo.
    Due sono le variabili in questo tipo di incontro: la prima consiste in power up che compaiono sul terreno di gioco e che possono essere raccolti passandovi sopra e usati all’occorrenza; la seconda sono le abilità speciali che si caricano una volta compiuti un certo numero di trick (o trucchi, stando alla pessima localizzazione nella nostra lingua). Tre sono le abilità: un super tiro, un super scatto o una super difesa. Inutile dirvi che la prima sarà quelle di cui già nelle prime battute abuserete, tralasciando le altre, molto meno utili;
  2. la seconda modalità di gioco è Panna, che consiste in una sfida uno contro uno in un piccolo campo circolare, con lo scopo di fare goal nella porta avversaria, ottenendo un punto, oppure tentando di fare un tunnel all’avversario mediante la pressione di un tasto, una volta che la barra apposita sia carica. In quel momento si attiva un Quick Time Event per entrambi i giocatori; il più veloce ad inserirli vincerà lo scontro e riuscirà o a realizzare il tunnel o a bloccarlo;
  3. terza modalità è Trickshot, nella quale dovremo colpire da fermo determinati bersagli, dalle bottiglie a bidoni della spazzatura, con un tiro. Ad “aiutarci” ci sarà una ben poco precisa freccia direzionale a schermo. Ben poco utile perché difficilmente capirete grazie ad essa il punto preciso in cui starete tirando, quindi il tutto si risolverà con un tiro in cui capirete come aggiustare la mira, per poi andare a segno con un secondo o ulteriori.
    Le partite saranno divise da un numero variabile di scenari, e lo scopo sarà quello di completarli tutti entro il tempo limite colpendo tutti i bersagli, possibilmente nel modo migliore possibile, magari facendo delle carambole o dei tiri effettati;
  4. in fine abbiamo il Freestyle, nel quale ci troveremo su un palco e dovremo dar prova della nostra abilità effettuando trick concatenati. Questo sarà possibile inserendo combinazioni di tasti, e colpendo a tempo dei bersagli a schermo quando sarà il momento.
    La nostra performance avrà un punteggio basato sulla difficoltà dei trick inseriti e della precisione e dal nostro tempismo.
    Peccato solo che i trick che ci saranno visualizzati sul lato sinistro dello schermo saranno solo tre (a nostra scelta), mentre gli altri dovremo ricordarli a memoria se vorremo inserirli (e dovremo farlo per ottenere punteggi alti).

Queste 4 modalità di gioco saranno fruibili singolarmente o all’interno della modalità principale, ovvero Street Power King, che rappresenta la modalità di gioco principale.
Le diverse attività verranno intervallate da dialoghi con un’icona reale dello street football, la quale dapprima si dimostrerà parca di informazioni, finanche eccessivamente prolissa, per poi quasi scomparire per comunicarci soltanto la nuova destinazione.
Non impiegherete molto ad arrivare ai titoli di coda, e una volta fatto ciò vi resterà ben poco da fare: il multiplayer locale o online, oppure giocare le sfide già affrontate in precedenza.
La pochezza di contenuti è certamente uno dei problemi che affligge il titolo di Gamajun Games e SFL Interactive, secondo solo alle magagne pad alla mano.
Il problema reale di Street Power Football è proprio il suo cuore pulsante: la partita. I giocatori in campo risultano poco reattivi, spesso ritardano a fare l’azione richiesta, la gestione dei contrasti e quindi la buona riuscita dei trick risulta alquanto randomica e l’intelligenza artificiale ha problemi gravissimi, in quanto non copre mai la proprio porta quando si è in fase difensiva e compie azioni che spesso lasciano perplessi.

Alti e bassi

Tecnicamente questo Street Power Football non fa certo gridare al miracolo: l’opera di Gamajun Games e SFL Interactive utilizza uno stile grafico che è sì caricaturale e cartoonesco, ma che alla prova dei fatti risulta poco soddisfacente.
Neanche gli scenari riescono a spiccare, risultando banali e quindi ben poco ispirati.
Bene invece la colonna sonora, che ben accompagna le nostre partite, grazie all’utilizzo di brani underground, pop e rap, alcuni dei quali anche molto famosi.
Fortunatamente non abbiamo riscontrato bug e il frame rate è risultato stabile e ban bilanciato.

Occasione persa

Purtroppo Street Power Football è un’occasione persa: le modalità di gioco sono tutte poco soddisfacenti, in particolar modo la partita, che dovrebbe essere il motore del titolo e che invece è azzoppata da un gameplay legnoso, poco reattivo e, più in generale, mai troppo appagante.Inoltre, una volta finita la modalità Street Power King vi resterà ben poco da fare, se non buttarvi nelle sfide online, ma chiaramente competere con questi limiti di gameplay risulta un qualcosa che ben pochi saranno portati a fare.
Peccato davvero perché di titoli calcistici di buona fattura ce ne sarebbe bisogno.

Prezzo di lancio: 49, 98 €

Prezzo da noi consigliato: 9, 98 €

Street Power Football

49, 98 €
5

5.0/10

Pro

  • Diverse modalità di gioco…
  • Ottima colonna sonora

Contro

  • … ma ognuna di esse risulta poco appagante
  • Gameplay legnoso e poco reattivo
  • I.A. deficitaria
  • Esteticamente non è un gran bel vedere
  • Prezzo di lancio spropositato
About Luca "Big Boss" Panizzoli 2739 Articles
----Work in progress ---- Ho ingaggiato un piccolo manipolo di Umpa Lumpa che di notte lavorano alacremente alla stesura della mia scintillante, emozionante, stupefacente, accattiv.... vabbè alla mia biografia. Purtroppo il lavoro richiede un notevole dispendio di forze ed "uomini", ma la speranza è quelli di riuscire a completare i lavori prima della Salerno - Reggio Calabria. Stay Tuned!