Microsoft annuncia nuovi titoli retrocompatibili per Xbox One

Xbox One logo

Durante la seconda puntata di Inside Xbox della scorsa notte, è stato dichiarato da Microsoft che lungo il mese di aprile verranno rilasciati ben diciannove titoli sulle console Xbox One, usciti a loro tempo sulla storica Xbox. I giochi subiranno una revisione grafica per Xbox One e Xbox One S pari a quattro volte il conteggio dei pixel, mentre su Xbox One X gireranno a sedici volte tanto; inoltre, saranno disponibili in due date diverse, e comprenderanno vari titoli dedicati a Star Wars, Jade Empire, The Elder Scrolls III: Morrowind e Destroy All Humans!. Si ricorda che sarà possibile acquistarli via Xbox Games Store, o inserendo il disco originale per Xbox.

La prima serie, disponibile dal 17 aprile, sarà composta da:

  • Blinx: The Time Sweeper
  • Breakdown
  • Conker: Live & Reloaded
  • The Elder Scrolls III: Morrowind
  • Hunter: The Reckoning
  • Jade Empire
  • Panzer Dragoon Orta
  • SSX 3

Mentre dalla seconda, accessibile a partire dal 26 aprile, figureranno:

  • Destroy All Humans!
  • Full Spectrum Warrior
  • Mercenari: Pagati per Distruggere
  • MX Unleashed
  • Panzer Elite Action: Fields of Glory
  • Star Wars Battlefront
  • Star Wars Battlefront II
  • Star Wars Jedi Knight: Jedi Academy
  • Star Wars Jedi Starfighter
  • Star Wars Knights of the Old Republic II: The Sith Lords
  • Star Wars Republic Commando

Inoltre, Microsoft ha anche annunciato che da oggi è stato aggiunto Sonic Generations al parco titoli Xbox 360, e sarà, persino, possibile giocare nella versione a 60 FPS in 4K Darksiders, Gears of War 2, Portal 2, Red Dead Redemption, e Star Wars: The Force Unleashed per Xbox One X Enhanced.

In aggiunta si invita a visionare questo link, per la completa lista dei titoli retrocompatibili disponibili su Xbox One.

 

About Xenon 142 Articles
Chimica e videogiochi riescono a convivere nella malsana testa di questo bizzarro individuo, così come la passione per il cinema, i fumetti e serie tv. Gioca sin da piccolo alla PlayStation, poi cerca di spaziare anche alle altre console, mantenendo la sua ignoranza per l'epopea PC.