Marvel vs. Capcom: Infinite – Recensione

Marvel vs. Capcom: Infinite

In un anno in cui la scena dei picchiaduro è stata monopolizzata per mesi da Tekken 7, leggermente in sordina Capcom ha rilasciato Marvel vs. Capcom: Infinite su PC e console: nonostante alcune critiche mosse sul comparto artistico, tra espressioni facciali poco convincente e un cambio di stile generale, sono anche state apportate delle modifiche al gameplay che, invece, sono sembrate fin da subito molto promettenti.
Abbiamo testato la versione PC e siamo, finalmente, pronti alla stesura di questa recensione.

Marvel vs. Capcom: Infinite – Launch Trailer | PS4

https://www.playstation.com/en-us/games/marvel-vs-capcom-infinite-ps4/ The epic clash has begun, join the battle now! Marvel vs. Capcom: Infinite is now available on PlayStation 4, Xbox One, and PC! With 30 fan-favorite characters, a variety of single player and multiplayer modes, and gameplay allowing you to flex your creativity, the next chapter of our action-packed series is finally here.

Caccia alle Gemme dell’Infinito

L’unione tra Ultron e Sigma, rispettivamente villain del franchise Marvel e di Megaman, si sono fusi insieme, hanno ottenuto due delle sei Gemme dell’Infinito e stanno minacciando entrambi i loro universi di origine, che sono collisi in un unico grande mondo.
Super eroi come Capitan America, Thor e Iron Man uniscono le forze con personaggi del calibro di Dante, Megaman e Ryu per cercare di trovare per primi le Gemme dell’Infinito, fermare Ultron Sigma una volta per tutte e restituire la pace ai loro universi.

La trama ha una premessa tutto sommato interessante, portandoci fin dai primi minuti nel vivo delle vicende, ma si ha un po’ l’impressione di avanzare un po’ troppo rapidamente da una parte all’altra con delle cutscene spettacolari che però ci rendono poco partecipi nelle vicende; inoltre si sente di essere un po’ esclusi dal vivo dell’azione per la presenza di un solo tipo di scontro (per quanto ben realizzato).

Passi indietro, passi avanti 

Con Marvel vs. Capcom: Infinite sono state fatte alcune scelte davvero importanti che in parte potrebbero non andare a genio, ma che risultano ben studiate e rendono il titolo molto solido in termini di gameplay. In un certo senso è stato compiuto un passo indietro tornando alle battaglia 2 vs 2 rispetto a quelle 3 vs 3 proposte nei due predecessori, e c’è da segnalare che alcune azioni in combattimento sono più semplici da compiere rispetto al passato (rendendo il titolo maggiormente accessibile anche a chi non è molto avvezzo al genere, mentre i veterani potrebbero non apprezzare).
Grande novità è costituita dalle Gemme dell’Infinito, le quali, una volta ottenute, possono essere equipaggiate ai nostri lottatori prima di uno scontro e, una volta caricate, offrono dei bonus piuttosto interessanti.

Abbastanza degno di nota il roster, che offre trenta personaggi (quindici Marvel e quindici provenienti dai franchise Capcom), ma c’è da segnalare che c’è qualche piccola mancanza di spicco (Wolverine e il resto degli X-Man), e l’aggiunta di soltanto quattro personaggi inediti (Mega Man X, Ultron, Gamora e Capitan Marvel): si spera in futuro di avere a disposizione espansioni gratuite o a pagamento per arricchire ulteriormente il roster a nostra disposizione.

Oltre alla classica Modalità Storia, Marvel vs. Capcom: Infinite offre anche la Modalità Arcade, la possibilità di fare scontri contro un altro giocatore in locale o contro la CPU, una Modalità Missione pensata appositamente per ogni personaggio giocabile e infine l’immancabile Modalità Online per scontrarsi contro giocatori da tutto il mondo, la quale si dimostra tutto sommato ben realizzata per coloro che non vogliono fermarsi alle (poche) modalità disponibili offline.

Espressioni da rivedere?

Se da una parte i fan di vecchia data potrebbero storcere il naso per il cambio di stile (molto più realistico e meno “fumettoso” rispetto al passato, stile che però era maggiormente adatto a rappresentare gli eroi Marvel), c’è da dire che è stato svolto un lavoro davvero ineccepibile: Unreal Engine 4 (che sostituisce il motore grafico MT Framework utilizzato per Ultimate Marvel vs. Capcom 3) è stato utilizzato bene nel rappresentare sia i nostri combattenti, molto curati, sia le ambientazioni che fanno da sfondo alle nostre battaglie; l’unica pecca sono le animazioni facciali di alcuni personaggi che, anche se migliorate notevolmente dopo alcune lamentele dal pubblico qualche mese fa, a volte sono innaturali e un pugno in un occhio. Ottima la realizzazione delle cutscene presenti all’interno della Modalità Storia e in grado di lasciare il giocatore a bocca aperta tra una sequenza e l’altra.
Per il resto, Marvel vs. Capcom: Infinite è un prodotto tecnicamente ineccepibile, risultando sempre fluido e con un ottimo frame rate, con un’unica pecca, magari, nei caricamenti un po’ troppo frequenti, ma nulla che possa minare l’esperienza di gioco.

Prepara lo scudo, Capitano!

Marvel vs. Capcom: Infinite è senza ombra di dubbio un buon picchiaduro che nei prossimi mesi si ritaglierà una buona fetta di pubblico: ha saputo rinnovarsi apportando qualche modifica rispetto all’ultimo titolo della serie, e il cambio di stile grafico non è di certo un motivo per lasciarlo su uno scaffale; quella che potrebbe essere davvero una pecca è la penuria di attività da fare, tra una Modalità Storia decisamente breve e altre opzioni di gioco non proprio ricche di novità, anche se standard per il genere proposto.
In vista del prossimo Black Friday (e Cyber Monday), e in generale delle festività, Marvel vs. Capcom: Infinite potrebbe essere un buon investimento per una serata tra amici con i vostri super eroi Marvel e personaggi targati Capcom preferiti.

Prezzo di lancio: 59,99€
Prezzo da noi consigliato: 24,99€

Marvel vs. Capcom: Infinite

Marvel vs. Capcom: Infinite
7.5

Pro

  • Gameplay solido
  • Tanti cambiamenti

Contro

  • I fan di vecchia data potrebbero non apprezzare
  • Trama non molto esaltante
  • Poco da fare offline
About the author

Sofia "EvilPhimie" Marotta

Nei momenti liberi dai suoi piani per la conquista dell’intero universo, si diletta a giocare a tutto ciò che il mondo videoludico ha da offrirle e, in particolare, alla serie Megami Tensei: forse è proprio per questo che i suoi sogni di conquistatrice leggendaria di quarto livello sono ancora in alto mare…