BlazBlue Central Fiction – Recensione

Ormai sono anni che ARC System Works continua a deliziare i propri fan con nuovi capitoli della serie BlazBlue, i quali vengono abitualmente prima rilasciati su cabinati per poi sbarcare sulle home console. Oggi è il turno di BlazBlue Central Fiction, seguito diretto di Chrono Phantasma Extend, che arriva questa volta in esclusiva per PlayStation 4 e PlayStation 3 con un roster di personaggi più ampio che mai. La versione da cabinato è stata apprezzata molto dal pubblico nipponico, ma la controparte console riuscirà a fare altrettanto con un utenza decisamente più ampia? Andiamo a scoprirlo!

Blazblue: Central Fiction – Opening

Blazblue: Central Fiction – Opening. Per essere sempre aggiornati su tutto ciò che riguarda il mondo dei videogiochi, con le ultime notizie e le recensioni dei titoli più attesi, visitate il sito: http://www.consoleparadise.it/ e potete seguirci anche su: Facebook https://it-it.facebook.com/Console-Paradise-1606469916250492/ Twitter https://twitter.com/ConsoIeParadise Ludomedia http://www.ludomedia.it/console-paradise-3541S


Una lotta senza fine

Una delle componenti che contraddistingue BlazBlue è certamente il comparto narrativo che, a differenza di molti altri picchiaduro, presenta una trama interessante e ricca di sfaccettature. Questa volta però è stata cambiata la struttura, che ora presenta un unico tronco principale con tantissime varianti a farne da ramoscelli che potremo scoprire nei momenti in cui faremo una scelta diversa da quella prevista dalla storia. La trama ci prende subito dopo la lotta dei nostri eroi contro il Susano’o, con alcuni dei nostri personaggi che si stanno preparando ad una nuova sfida ed altri ancora fermi per via delle ferite riportate durante lo scontro. La durata complessiva della modalità storia è davvero impressionante, in quanto per portarla a termine ci vorranno circa una trentina di ore, ovviamente senza saltare nessuna conversazione ed approfondendo tutte le diramazioni che il team di sviluppo ci ha messo a disposizione. Non mi soffermo ancora sulle vicende per evitarvi fastidiose anticipazioni, però vi segnalo che, a differenza del suo predecessore, in Central Fiction la componente narrativa sarà intervallata con numerosi scontri, anche molto ostici in determinati casi.

Tanti nuovi arrivi

Se volete approfondire le basi del sistema di combattimento, vi rimando alla nostra recensione del precedente capitolo, dove penso di essere stato già abbastanza esaustivo su questo punto. Ovviamente vi sono delle novità che val la pena di rimarcare.
In questo nuovo episodio sono stati introdotti cinque personaggi nuovi, ognuno con uno stile di combattimento unico e peculiare che ora andremo ad analizzare (a grandi linee) insieme:

  • Es, personaggio che arriva direttamente da una serie spin off della saga (Xblaze), che si presenta con un pattern d’attacco a media distanza basato sull’utilizzo della spada, la quale riuscirà a tenervi ben al sicuro dai colpi del vostro avversario, offrendovi anche un maggior raggio di azione per sferrare i vostri;
  • Naoto Kurogane, direttamente dal manga BlazBlue: Bloodedge Experience; ottimo combattente, molto fisico, che utilizza maggiormente colpi dalla breve distanza come pugni e calci, ma dotato di colpi “potenti” in grado di coprire un discreto raggio di azione;
  • Izanami, eroina fino a poco tempo fa non giocabile, ma che si è mostrata in tantissimi capitoli della serie, ora si è unita al roster di combattenti e si propone con un set di mosse molto vario, che vanno dal corpo a corpo a quelli a distanza, avendo anche la peculiarità di poter rimanere sospesa a mezz’aria e continuare a combattere da quell’altezza;
  • Nine The Phantom, è una dei sei grandi eroi, conosciuta come Konoe A. Mercury, fa la sua prima apparizione in questo capitolo come boss dell’Arcade Mode. Il suo stile di combattimento è a media distanza ed utilizza magie come mosse di combattimento, sfruttando vari elementi come fuoco, acqua e vento, ed unendoli nelle varie combo riesce a creare delle catene di mosse spettacolari e potenti;
  • Hibiki Kohaku, fa parte dell’accademia militare con la carica di Capitano, e fa la sua prima apparizione proprio durante le vicende di Cental Fiction. Il suo stile a due spade lo rende molto valido sia nei combattimenti corpo a corpo che in quelli a medio raggio.

Oltre ai nuovi lottatori, è stata introdotta una nuova modalità, la Speed Star Mode, che consiste nello sconfiggere una serie di diciassette avversari nel minor tempo possibile; una bella aggiunta che riesce ad amalgamarsi bene a quanto già incluso nel pacchetto.


BlazBlue Activate!

Per quanto riguarda il comparto tecnico, questo nuovo episodio si presenta come sempre con uno stile artistico davvero curato sin nei minimi dettagli. Inoltre, un plauso va fatto agli scenari, ora molto più dinamici e dettagliati che in passato, con effetti di luce decisamente più elaborati, che rendono le battaglie davvero più gradevoli ed immersive.
Ad accompagnare le nostre battaglie, sono presenti delle tracce varie ed orecchiabili, tutte molto azzeccate al contesto nel quale vengono inserite; inoltre, come in ogni capitolo, possiamo apprezzare l’ottimo lavoro svolto sulla theme song utilizzata per la intro, bellissima a mio avviso.
Il doppiaggio resta del tutto invariato in quanto sono stati confermati tutti i doppiatori storici della serie, sia per quello giapponese che per quello inglese, cosa alquanto gradita e che farà certamente felice tutti gli appassionati.
Purtroppo, però, la modalità multiplayer ha confermato i nostri timori: la saga ha avuto storicamente magagne per quanto riguarda il net-code e Central Fiction non fa eccezione. Provare a fare una partita senza problemi è una chimera: tutti gli incontri che abbiamo avuto modo di giocare sono stati piagati da problemi di vario tipo, in particolar modo un lag spaventoso e una ricerca delle sessioni dai tempi biblici (in particolar modo per le partite classificate). Speriamo che Arc System Works riesca a risolvere, o almeno a mettere una pezza al problema il prima possibile ma, per il momento, vi sconsigliamo vivamente di avventurarvi in sessioni online, in quanto ad oggi è quasi impossibile affrontare una partita in tutta tranquillità.

Astral Finish

In conclusione, BlazBlue Central Fiction è un ottimo titolo, ricco di contenuti e che vi intratterrà per moltissimo tempo grazie ad un gameplay divertente, dinamico e variegato, una grafica migliorata, un vasto numero di personaggi, tante modalità da giocare e una trama molto bella, che merita di essere goduta dall’inizio alla fine (anche se chi non ha avuto modo di giocare ai precedenti capitoli potrebbe avere dei problemi). Peccato solo che, anche questa volta, il comparto online del titolo risulti il tallone d’Achille della produzione, con problemi enormi, che rendono l’esperienza competitiva praticamente una feature inutilizzabile.

Prezzo di lancio: € 69,99
Prezzo da noi consigliato: € 59,99

BlazBlue Central Fiction

0

Pro

  • Ottima narrazione
  • Gameplay solido e divertente
  • Graficamente migliorato
  • Tanti personaggi disponibili

Contro

  • Net Code disastroso
About Fabio Kira 2672 Articles
Cresciuto nella piccola città di Biancavilla e amante di tutti i Pokémon (tranne Pikachu), ben presto ha deciso di cambiare vita e di esplorare il mondo alla ricerca di qualsiasi cianfrusaglia gratuita. A distanza di tanto tempo dalla sua partenza, si ritrova ad essere un collezionista compulsivo e videogiocatore, con qualche problema mentale (basta leggere questa biografia per capirlo). E ora è qui, su Console Paradise, senza alcun motivo a gestire un sito da solo, scrivere news e recensioni con un microscopico aiuto dal resto dello staff, i quali preferiscono impegnare le proprie giornate rimirando pennuti o su Sky Sport 24.