Assassin’s Creed Origins – Gli Occulti – Recensione

Ed eccoci pronti a parlarvi della prima espansione di Assassin’s Creed Origins, Gli Occulti, ambientata ben quattro anni dopo la conclusione delle vicende occorse al Medjay Bayek di Siwa.
Una premessa doverosa va fatta: se non avete completato il gioco è meglio che fermiate la lettura della recensione perchè sarò, mio malgrado, costretto a parlare anche del finale del gioco, in quanto, per come detto poc’anzi, questo DLC è strettamente collegato alle ultime fasi dello stesso quindi, se non volete anticipazioni, meglio che posticipiate queste lettura a quanto avrete visto come si concludono le vicende del gioco base.
Medjay avvisato, mezzo salvato!

Assassin’s Creed Origins: The Hidden Ones – Launch Trailer

Assassin’s Creed Origins: The Hidden Ones Available on 23rd January, 2018 Buy now: Store.ubi.com/ACO-TheHiddenOnes Join us now: Website: http://assassinscreed.com Facebook: https://www.facebook.com/assassinscreed/

Gli Occulti

Il finale di Assassin’s Creed Origins ci permetteva di vivere la nascita degli Occulti, ovvero quella che poi diventerà la Confraternita degli Assassini, con Bayek a capo del gruppo, e con sua moglie Aya a Roma a controllare le mosse dell’Imperatore.
L’espansione è ambientata, come già accennato, quattro anni dopo la fondazione degli Occulti, e ci permetterà di vivere i primi scontri contro quelli che poi diventeranno i Templari, ovvero l’Ordine degli Antichi.
Inoltre potremo anche vivere alcuni dei momenti di nascita delle ritualità dell’Ordine: l’iniziazione tramite il Balzo della Fede, il mantra “nulla è reale, tutto è lecito”, e soprattutto l’impronta protezionistica nei confronti dei deboli e degli oppressi che Bayek difenderà con estrema durezza, come potremo vedere in alcuni frangenti, che poi diventerà il principio cardine degli Assassini.
Una componente decisamente interessante, soprattutto per i fan di vecchia data, che potrebbero davvero essere esaltati da alcuni passaggi, ma purtroppo non è tutto oro ciò che luccica: infatti, le componenti strettamente narrative e gli intrecci proposti sono poi abbastanza deboli, e gli scontri con i cattivi risultano poco coinvolgenti, tranne per qualche picco sulle battute finali.

Novità?

Per iniziare rispondendo alla domanda, no, non ci sono novità, almeno a livello di gameplay: il gioco resta ancorato alla struttura di base, quindi missioni primarie condite da una decina di secondarie, avamposti da sgominare, punti di sincronizzazione e luoghi di interesse da scoprire.
La nuova regione del Sinai (divisa in quattro aree, seppur una sia solamente il Mar Rosso, privo di attività da svolgere) è davvero piacevole da visitare e le sei ore circa che impiegherete per completare ogni attività e missione risulteranno alla fine piacevoli e godibili.
Inoltre è stato portato a 45 il level-cap, e potrete quindi non solo andare ad aumentare nuovamente i punti esperienza, ma potrete anche migliorare ulteriormente la salute di Bayek, la sua potenza nel corpo a corpo e sulla distanza, e incrementare le borse porta oggetti.

Corso di egittologia

In questo periodo è stato anche rilasciato una modalità aggiuntiva gratuita, Discovery, che ci permette di conoscere la storia dell’Egitto attraverso la voce di un narratore che ci farà conoscere le abitudini, la storia, la mitologia, e le leggende sulla Valle del Nilo e sulla popolazione che l’ha abitata per migliaia di anni.
Una bella idea, nata dalla passione e dalla ricerca svolta dagli sviluppatori, che hanno studiato a fondo la storia proprio per rendere credibile e quanto più realistica possibile l’esperienza complessiva.
Sono certo che questa nuova componente farà felice una buona fetta di quei fan che giocano assiduamente la serie proprio per i tanti riferimenti storici.

 

Non è ancora finita

In definitiva, questa prima espansione ci ha convinti, anche se con qualche riserva: i riferimenti e le curiosità sui primi anni di vita della Confraternita degli Assassini sono molto interessanti e piacevoli, ma le vicende narrative e gli scontri contro gli Antichi risultano poco coinvolgenti, tranne per qualche sparuto momento di picco.
Le novità proposte sono poche (ma non ce ne aspettavamo) e la regione del Sinai è davvero piacevole; per il prezzo proposto direi che il pacchetto è sufficiente, soprattutto se si è fan della saga.

Prezzo di lancio: 9,99 €
Prezzo da noi consigliato: 7,99 €

Assassin's Creed Origins - Gli Occulti

Assassin's Creed Origins - Gli Occulti
7.5

Pro

  • Curiosità sulla nascita degli Assassini
  • 6 ore aggiuntive all'esperienza di base
  • Level-cap portato a 45
  • Regione del Sinai davvero piacevole da visitare

Contro

  • Vicende narrative poco incisive e coinvolgenti
  • Nessuna novità di gameplay
About Luca "Big Boss" Panizzoli 1877 Articles
----Work in progress ---- Ho ingaggiato un piccolo manipolo di Umpa Lumpa che di notte lavorano alacremente alla stesura della mia scintillante, emozionante, stupefacente, accattiv.... vabbè alla mia biografia. Purtroppo il lavoro richiede un notevole dispendio di forze ed "uomini", ma la speranza è quelli di riuscire a completare i lavori prima della Salerno - Reggio Calabria. Stay Tuned!